Archivio | alberto fedel RSS for this section

Successo è anche una “recensione” così.

Mi scrive Ernesto su Linkedin:

Buon pomeriggio dott. Fedel, 
ho appena terminato la lettura del suo ultimo lavoro. 
Ha trattato il tema con garbo ed originalità. 
Quanta distanza esiste rispetto ad analoghe – quanto a tema – pubblicazioni ingenue, specie americane del genere “How to…”. 
Testa e cuore sono entrambi coinvolti e i messaggi di speranza non mancano oltre agli inviti ad un inevitabile realismo. 
La dedica finale è, poi, commovente e non solo perché si tratta di suo padre. 
A 75 anni il cammino non si è interrotto, altri canti e melodie risuonano e si può avere ancora la sensibilità di intenderne il richiamo e l’armonia. 
Ernesto

IL SUCCESSO TI SUCCEDE


Successo è, prima che un sostantivo, il participio passato del verbo succedere (che significa “venire dopo” e “accadere”).
In questo ordine dettato dal dizionario si nasconde in realtà un preziosissimo suggerimento: il successo non può né deve essere un obiettivo ma, caso mai, può “accaderci” dopo aver raggiunto qualcosa d’altro. Che cosa? Lo si capisce leggendo questo libro.
Vedrete che il percorso è potenziato da citazioni letterarie, esempi pratici, piccoli esercizi, spunti di lettura che rendono chiaro e comprensibile il ragionamento suggerito, senza dimenticare che “allenamento” è la parola chiave. Allenamento assiduo e costante.

IL SUCCESSO TI SUCCEDE esce in libreria il prossimo 25 luglio.

Fatemi sapere che ne pensate.

Alberto

Acquista il libro

SUCCESSO #10

Non cercavi l’amore, ma l’hai trovato.

Non cercavi penicillina, velcro, dinamite, ma le hai trovate.

Ci sarà un motivo, no?

ne parliamo presto.

Alberto

SUCCESSO #9

“…esssere una scatenata affamatissima portinaia. Così: una curiosità primigenia, senza nessunoscopo pratico. Solo voler sapere e provare tutto. Di più.

Ci sarà un motivo, no?

ne parliamo presto.

Alberto

SUCCESSO #8

“Scusatemi, ma stamattina il traffico sembrava più impazzito del solito…e sì che mi sono alzato alle cinque per essere puntuale…ma quando c’è la sfiga…d’altronde i governi del dopoguerra hanno favorito il traffico su gomma anziché quello su rotaia e nel mio quartiere non arriva la metropolitana (oppure: nel paese dell’hinterland dove abito non arriva la ferrovia)…”?

Ci sarà un motivo, no?

ne parliamo presto.

Alberto

SUCCESSO #7

Festeggia. Apri una bella bottiglia. Bevitela tutta. Ma poi basta.

Ci sarà un motivo, no?

ne parliamo presto.

Alberto