Il Successo e’… #4

Il successo è davvero un punto di arrivo?

Successo, se sostantivo, significa sostanzialmente esito favorevole,  buona riuscita e normalmente, specie se preceduto dall’articolo “il” (IL SUCCESSO), una situazione che si porta dietro riconoscimento, approvazione, ammirazione.

Insomma: il successo è quella roba che, essendoci riuscito bene qualcosa, scatena l’applauso.

Avere successo – nella vita, nella carriera, nella pubblicazione di un’opera, eccetera – significa  alla fine trovarsi in uno stato in cui l’esito positivo delle nostre azioni ci porta al centro dell’ammirazione, e talvolta dell’invidia, degli altri.

Naturalmente se invece, a seguito delle nostre azioni, non ci si trova in questa condizione, saremo in quella contraria, ovvero nella situazione dell’insuccesso che, sempre da vocabolario, significa esito negativo, fallimento.

Proviamo a riassumere cosi: tu fai delle cose e alla fine o vinci (successo) o perdi (insuccesso). Delle cose bisogna farle per forza – ovviamente – e alla fine capirai se sei “arrivato” al successo oppure no.

Eccoci qua: al successo si arriva.

Il successo è un punto di arrivo.

Il successo è una cosa da raggiungere. Costa qualcosa, spesso moltissimo,  ma quando sarai arrivato, allora sì…

Bene, fino a qui nessun problema: fai delle cose e poi – dopo – arrivi oppure no al successo.

Ma allora perché la distinzione fra sostantivo e participio passato?

Perché se il successo è una cosa, uno stato, un “posto” dove arrivare, allora si può immaginare di pre-determinarlo, pre-definirlo, pre-ordinarlo. Pianificarlo, esattamente come un viaggio.

Ovvero, e più esattamente, se ci facciamo ispirare dal sostantivo il successo è come la meta di un viaggio.

Ma attenzione: una meta  pre-stabilita, non casuale, non l’approdo fortuito di un’esplorazione.

Tutt’altro!

Sono in “A” e voglio arrivare esattamente a “B”, un punto pre-visto (visto prima, deciso prima) sulla carta geografica.

Il Successo è lì. Proprio lì. Esattamente lì in quel posto.

Basta arrivarci…magari faticosamente, ma comunque arrivarci.

E raggiunto quel punto prestabilito della carta geografica chiamato Successo (“essere arrivati”, “persona arrivata” sono espressioni proverbiali sinonimi di “avere successo”) si vivrà naturalmente e per sempre felici e contenti.

E, simmetricamente, non arrivarci significherà infelicità e scontentezza.

Non arrivarci significherà essersi persi (la frase “e poi si è perso per strada” sta ad indicare qualcuno che, spesso per mancanza di determinazione e/o a causa di distrazioni, non ha conseguito la meta che si era proposto); non arrivarci significherà fallire, perdere…morire.

Come evitare questa tragedia?

Appunto, basterà comportarsi come quando si definisce la meta di un viaggio.

E che cosa occorre fare quando si definisce la meta di un viaggio?

Ci si organizza.

Ovvero: si pianificano itinerario e mezzi di trasporto, si prepara la valigia immaginando che magari  ci si imbatterà anche in qualche giornata di pioggia (ricordati l’impermeabile, mi raccomando!), si controllano i documenti, si programmano le tappe (tenendo conto anche di qualche imprevisto, di qualche ritardo, di qualche necessaria deviazione dalla rotta stabilita) e poi…via, si parte.

E una volta partiti, giorno per giorno, si potranno verificare i progressi, verificare gli scostamenti, implementare azioni correttive, eventualmente piani B e piani C. Ma alla fine…

Insomma: se Successo è la meta di un viaggio, quello che occorre fare è semplicemente pianificare che cosa va fatto e poi programmare quando fare le cose da fare, gestire le turbolenze e insomma… si farà anche una gran fatica ma alla fine – se saremo tosti, focalizzati, indefessi, determinati, solidi nelle avversità e non particolarmente sfortunati (la fortuna infatti non esiste, ma la sfortuna invece sì) – arriveremo certamente al Successo.

Fuori di metafora, se interpretiamo il Successo come sostantivo, ce lo possiamo porre come OBIETTIVO.

Ma invece non é così proprio perché successo é participio passato del verbo succedere

Annunci

Tag:, ,

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: